Wikipedia non chiude grazie alle donazioni, raccolti 20 milioni di dollari

Dopo una lunga e frastagliata battaglia, per la gioia di tutti Wikipedia è riuscita a salvarsi, e potrà continuare ad offrire il proprio servizio a chiunque ne abbia bisogno. Il merito è tutto delle donazioni ricevute nell’ultimo periodo dagli utenti in rete, che hanno permesso di raggiungere cifre davvero da record: si parla di circa 20 milioni di dollari ricevuti.

Grazie ai soldi ricevuti da Wikipedia, la società potrà permettersi di pagare i server per tenere in vita l’enciclopedia online, che fu fondata a suo tempo da Jimmy Wales, il quale non ha mai voluto inserire delle pubblicità all’interno del sito, per poterlo lasciare imparziale da eventuali pressioni politiche o di marketing.

Purtroppo, a causa della censura presente in vari Paesi del mondo dove la mentalità è ancora ben diversa dalla nostra, vi sono delle zone come l’Asia, la Cina, l’India, la Russia e l’Africa dove Wikipedia è stata in parte censurata, dunque è importante che questa enciclopedia gratuita si sviluppi anche in queste aree geografiche. Come fare? Trovando degli scrittori volontari interessati a portare avanti un progetto di conoscenza condivisa all’interno delle proprie nazioni.

L’appello lanciato da Wales nello scorso novembre è stato ben accettato dall’utenza, infatti gli aiuti economici richiesti per mantenere viva l’enciclopedia online sono fortunatamente arrivati. Se ben ricordate, l’annuncio era presente in ogni pagina di Wikipedia: i donatori sono stati oltre 1 milione, tra i quali compaiono anche Sergey Brin e la moglie, che hanno versato 500 mila dollari.

Up Next

Correlati Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha loading...