hi-tech blog

Come sarebbe il mondo senza Facebook? Qualche statistica…

Torniamo a parlare nuovamente di Facebook, non per essere monotoni ma per presentarvi ogni volta i numeri spaventosi che offre il social network più diffuso al mondo: oggi parliamo di come sarebbe il mondo senza Facebook, una vera e propria utopia al giorno d’oggi, pensando che questo è entrato nella nostra quotidianità in un batter d’occhio. Gli utenti tra non molto raggiungeranno il miliardo, e sono attualmente più di 600 milioni effettivi, superando la popolazione mondiale del 1600 d.C., quando al mondo vi erano 545 milioni di persone.

Un numero spaventoso, superiore a quello della popolazione del Nord America che ammonta a 344 milioni e degli utenti di internet europei, 475 milioni. Al giorno d’oggi, in media un utente di Facebook crea circa 90 contenuti al mese, impiegando 23 minuti del suo tempo in ogni visita al social network. Le donne presenti su Facebook vanno da tutte le età, a differenza degli uomini, che sono concentrati tra i 18 ed i 34 anni.

Lo stato che presenta più utenti all’interno del network sono senza dubbio gli Stati Uniti, al secondo posto troviamo l’Indonesia e al terzo il Regno Unito, l’Italia è ancora nona. Ma senza Facebook, come faremmo adesso? Se vorremmo condividere una foto con i nostri amici, come faremmo, senza pubblicarla nella nostra bacheca?

Probabilmente, come prima: incontrando l’altro dal vivo, oppure inviargliela con un instant message, o per email. E per diffondere un evento? Per gestirlo? Senz’altro si attaccherebbero molte più locandine in giro, se ne parlerebbe più di persona e si farebbe più propaganda in ogni ambiente lavorativo o di studio. Facebook ha cambiato i nostri comportamenti, influenzando di gran lunga la nostra quotidianità. Secondo voi, un mondo senza Facebook sarebbe stato positivo o negativo?

Comments (1)

  1. Mi chiamo Lisa,ho 15 anni e non ho facebook,a differenza di molte mie amiche…Primo perchè non riesco ad accedere al mio account sebbene io mi sia registrata come fanno tutti.
    Secondo perchè ho capito che mi basta Internet e i suoi siti e posso benissimo fare a meno di questo social network. Anzi,ritengo che un mondo senza facebook forse sarebbe migliore perchè le persone continuerebbero a vivere come prima,e cioè si parlerebbero di più faccia a faccia,uscirebbero di più(soprattutto i ragazzi della mia età),e socializzerebbero nel modo tradizionale che è anche il più giusto,secondo me. Va bene la tecnologia ma certe cose non servono e se non ci fossero forse sarebbe un grosso risparmio per tutti,che dite?
    Almeno io la penso così,poi gli altri penseranno diversamente da me,ma mi sembra che non ci sia tutto questo bisogno di facebook,da essere così dipendenti da questo sistema da non poterne più fare a meno…E’ un pò come il vizio del fumo,anche se non fa male come fumare però il concetto è più o meno lo stesso. Non ti verranno malattie,ma il tuo cervello dopo tanto si stordisce da tutto questo “chiuso” che non fa tanto bene alla salute. Anche nei messaggi,per esempio,adesso vanno di moda le abbreviazioni,certo ci si mette meno tempo ed è più sbrigativo,ma allora,se non si vuole perdere tempo a scrivere,tanto vale trovarsi direttamente in un posto pubblico,all’aria aperta per parlarne tranquillamente. Certo,non sono affatto contraria ai cellulari,perchè quelli servono davvero,anche per le emergenze e varie cose,ma vorrei dire ai ragazzi soprattutto,che il guaio di scrivere abbreviato poi lo trovate anche a scuola,nel senso che a poco a poco non sarete più abituati a parlare e a scrivere e nei temi,in italiano andrete male perchè avrete messo: x,xkè,cm,sn,cmq ecc ecc…Certo anche io per un periodo l’ho fatto ma poi ho visto che non andava fatto e ho ricominciato a scrivere solo in italiano corretto.

    Rispondi

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.