hi-tech blog

Root Android: tutto quello che c’è da sapere sui permessi di root

Molto spesso navigando sul market android capita di trovare applicazioni che richiedono i permessi di root per essere utilizzate, ma non tutti sanno esattamente cosa significa, e cosa si rischia ottenendo tali permessi. Andiamo quindi a scoprirlo insieme:

Il root: questo sconosciuto

Cominciamo innanzitutto con il chiarire cosa è il root: molto spesso si sente parlare di smartphone ”rootati”, tuttavia va messo in chiaro che il root non è un qualcosa che si fa;
il termine root, che in inglese significa radice, proviene dal Sistema Linux (per chi non lo sapesse Android è basato su kernel Linux) ed è il nome della cartella principale del sistema. Ottenere i permessi di root significa diventare amministratori del sistema e poter accedere a tale cartella.

I permessi di root

Come dicevamo poc’anzi, essere amministratori significa avere libero accesso a tutti i file del sistema (cancellarli, modificarli, sostituirli….) e pertanto tale operazione non è ovviamente consentita dai produttori dal momento che un utente poco esperto rischierebbe di danneggiare in modo irreparabile il proprio smartphone; tuttavia per gli utenti più smaliziati ottenere i permessi di root serve a compiere operazioni che sarebbero altrimenti impossibili.

Perchè ottenere i permessi di root

Potendo agire liberamente sull’intero sistema è possibile effettuare un’infinità di operazioni, tra cui modificare la frequenza del processore (una sorta di overclock), fare un backup delle applicazioni di sistema o andare a modificare la partizione recovery (quella che consente il ripristino delle impostazioni di fabbrica dello smartphone)……oltre ovviamente a poter installare tutte quelle applicazioni che richiedono tali permessi.

Rischi

Come accennato prima, ottenere i permessi di root non è un’operazione consentita di default dal sistema, invalida la garanzia del dispositivo e non è un’operazione priva di rischi, un errore durante la procedura ha infatti portato in qualche caso addirittura alla “morte” del dispositivo.

Tiriamo le somme

In conclusione i permessi di root sono un qualcosa di cui si può fare tranquillamente a meno, ed anzi servono praticamente solo agli smanettoni che vogliono ottenere tutto ma proprio TUTTO dal proprio smartphone. In linea di massima il consiglio che ci sentiamo di darvi è di “sbloccare” il vostro smartphone solamente se avete una buona ragione, farlo “tanto per” vi espone a degli inutili rischi, oltre che farvi perdere la garanzia.

Se dopo quanto avete letto siete ancora intenzionati a diventare dei “superuser” allora restate sintonizzati, a breve troverete una guida su come ottenere i permessi di root.

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.