hi-tech blog

Le 8 rivoluzioni scientifiche e tecnologiche che vedremo nel 2012

Siamo appena entrati nel nuovo anno, il 2012, e tutti ne parlano come l’anno della fine del mondo, proprio per la profezia Maya secondo la quale il 21 dicembre 2012 il mondo finirà: ma noi non ci occuperemo di questo oggi, ma di una classifica di New Scientist per scoprire insieme le scoperte scientifico-tecnologiche che verranno alla luce nei 366 giorni di quest’anno bisestile.  1) Minos e T2K: Velocità dei neutrini

Grazie ai due esperimenti sopra citati, che verranno svolti a breve,  dovrà essere verificato se i dati raccolti dall’esperimento Opera nel 2011 sono attendibili. Si parla della prova di settembre 2011, che ha messo in crisi i fisici di tutte le comunità mondiali, dato che i neutrini lanciati dal Cern di Ginevra avrebbero superato la velocità della luce. Di conseguenza, la teoria della relatività di Einstein potrebbe veramente essere modificata, o peggio ancora smentita.

2) Il bosone di Higgs

Nuova fisica in arrivo? Non si sa, però dopo lo scorso 13 dicembre, sempre gli scienziati del Cern di Ginevra hanno dichiarato di aver prodotto dei risultati utili a trovate il chiacchierato “bosone di Higgs“, la particella di Dio. Quest’anno, verranno analizzati i dati prodotti da Lhc per identificare il profilo chiave del bosone, se esiste.

3) Earth Summit 2012, il futuro del pianeta Terra

Quale sarà il futuro del pianeta Terra? Come molti di voi già sapranno, la situazione non è delle migliori, e ci sono stati già diversi summit per cercare di trovare delle valide soluzioni sulla questione. Quest’anno, l’Earth Summit 2012 si svolgerà a Rio de Janeiro, tra il 20 e il 22 giugno. Si tratta del quarto meeting tra le Nazioni Unite, esattamente 20 anni dopo il primo meeting, che si svolse proprio a Rio nel lontano 1992. I temi di quest’anno saranno su green economy e sullo sviluppo sostenibile.

4) Test per la capacità intellettiva delle macchine

Alan Turing è considerato il padre dell’informatica, si tratta di un matematico inglese che ha dato vita all’intelligenza artificiale. Dopo cento anni dalla sua nascita, nessuno è mai riuscito a sviluppare dei test per la capacità intellettiva delle macchina. Attualmente, viene utilizzato il Test di Turing per testare il QI dei computer, una chat al buio nel quale l’umano deve capire se sta comunicando con un computer o con un altro essere umano. Gli scienziati ora potrebbero sviluppare dei test molto più affidabili, per scoprire quanto una macchina sia intelligente rispetto allo standard di un essere umano.

5) La scienza applicata allo sport – London 2012

Le imminenti Olimpiadi di Londra 2012 saranno un test per tutte le nazioni, i cui atleti si stanno già preparando con un obbligatorio lungo percorso di allenamento. Stavolta però, vi sarà dietro anche un allenamento psicologico, perché la scienza sportiva ha sviluppato delle nuove forme di preparazione atletica, e ne usufruirà la nazionale inglese: uno psicologo guiderà gli atleti in questo ultimo anno di preparazione.

6) Campagna elettorale su Twitter

Si tratterà di un nuovo metodo che utilizzeranno Obama ed il suo oppositore repubblicano per far fronte alla prossima campagna elettorale del 2012. I social network saranno il punto di forza dei candidati, e la nuova campagna elettorale sarà dunque diversa dal solito: Facebook e Twitter gli serviranno per trasmettere messaggi diversi per ogni elettore. Insomma, delle nuove strategie di comunicazione che dovrebbero risultare efficenti.

7) Facebook e la sua quotazione in borsa

Facebook potrebbe finalmente entrare in borsa: verrà finalmente quotato, ed il lancio iniziale sarà di circa 100 miliardi di dollari, con stime forse troppo ottimiste. 800 milioni i profili iscritti, e il social network più diffuso al mondo dovrebbe dunque incassare 125 dollari per ognuno di questi profili. Vi immaginate cosa potrebbe succedere se Facebook riuscirà davvero ad entrare a Wall Street? Beh, ma giustamente l’iscrizione a Facebook non è gratuita, dato che si regalano i propri dati personali, e non è poco.

8) Nuovo studio del cervello umano

L’Università di Oxford ha promosso un nuovo studio, chiamato Human Connectome Project. Si tratta di un progetto che, mappando le connessioni all’interno di 1.200 cervelli umani presi in esame, usufruirà dei risultati successivamente per scoprire le varie comunicazioni tra ogni area cerebrale. Si pensa che si giungerà ad un risultato concreto entro la fine dell’anno.

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.