hi-tech blog

Babylon, il primo operatore Public Cloud specializzato in Italia

babylon cloudBabylon Cloud è una start-up nata a Roma all’inizio del 2014. I suoi fondatori, romani, provengono tutti dal settore ICT. Alessandro De Losa, amministratore di Babylon Cloud, ha iniziato a lavorare in IBM, si è occupato di Marketing e Finanza in Tiscali ed è stato poi consulente in Bain, dove ha lavorato in Europa, Medio Oriente e in Nord e Sud America per alcune delle più grande aziende ICT del mondo; prima di fondare Babylon Cloud è stato direttore marketing di una società di telecomunicazioni del nord Italia.

Andrea Guzzon e Alessandro Giovannini, co-fondatori di Babylon Cloud, sono due imprenditori operanti da anni in due dei settori più attivi del mercato digitale: il marketing digitale e nel gaming online. Fanno riferimento a loro le società Esakube, Game360 e Fleed, tra le più vivaci realtà dei rispettivi settori.

Babylon Cloud nasce dall’osservazione che il mercato cloud – soprattutto in Italia – non si era sviluppato secondo le premesse, ed era ancora caratterizzato da rigidità e forme tecniche e commerciali dei servizi come erano concepiti prima del cloud.

L’idea ispiratrice di Babylon Cloud è che i servizi ICT debbano essere resi disponibili come le utilities, accendendoli e spegnendoli liberamente e soprattutto nel modo più facile. E’ per questa ragione che la piattaforma Babylon Cloud è stata costruita per consentire a qualunque cliente di avere a disposizione una quantità di risorse virtualmente illimitate e di pagare soltanto in funzione delle risorse effettivamente consumate con una granularità giornaliera.

La costruzione dell’infrastruttura di Babylon Cloud è iniziata ormai più di un anno fa, ed ha indirizzato prima di tutto l’automazione dei processi di erogazione del servizio e di misurazione dei consumi. Oggi Babylon Cloud è prima di tutto una piattaforma automatica di erogazione di servizi:

“Possiamo erogare e misurare, e quindi fornire a consumo, qualsiasi tipo di servizio che sia misurabile sul cloud – dice Alessandro De Losa, fondatore della start up – Babylon Cloud vuole essere prima di tutto lo strumento per il cambiamento del paradigma dei consumi, per l’evoluzione del modo di fruire dell’ICT. L’idea è che l’utente non debba affrontare calcoli di dimensionamento o la gestione della scalabilità, o dei picchi. Questo lo farà il cloud stesso; l’utente deve solo consumare quello che effettivamente gli occorre”.

Babylon Cloud è stato sviluppato nel tessuto delle start-up romane come un progetto di rete, basato sul lavoro di diverse aziende e professionisti che hanno contribuito alla sua nascita e al suo sviluppo.

“Questo è l’anno del consolidamento – continua De Losa – stiamo reperendo i capitali per crescere facendo insourcing delle professionalità e dei partner per noi più rilevanti”. E intanto un progetto nato e sviluppato a Roma, che ha clienti in tutta Italia.

Babylon Cloud ha inoltre una vocazione sovranazionale, i suoi servizi possono essere erogati in tutta Europa e nel bacino del Mediterraneo. “La piattaforma è tutta nelle nostre mani e possiamo adeguarla alle esigenze dei clienti più grandi in tempi brevi, senza i vincoli che hanno le grandi aziende, prima di tutto quelli della compatibilità dei vari componenti precisano i fondatori – Nel caso di Babylon Cloud tutti i componenti sono realizzati da noi e dai nostri partner per potersi piegare flessibilmente ai nuovi requisiti”.

Babylon Cloud è oggi un progetto italiano in crescita, con l’ambizione di arrivare lontano e le ottime premesse di una soluzione che già alcuni tra i più importanti player ICT globali stanno sponsorizzando e commercializzando sul mercato italiano.

Tags:

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Login to your account

Can't remember your Password ?

Register for this site!

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.